Manutenzioni
Traduci nel sito
Italian Chinese (Traditional) English French German Japanese
Scritto da amministratore Ultimo aggiornamento (07 Febbraio 2018)
PDFStampaE-mail

Una manutenzione alla stregua di  tante altre  "scomode" la forcella. Sostanzialmente se ci si limita a cambiare l'olio a mo di pannolone  è un passatempo, ed è estremamente semplice.

 

L'unica avvedutezza, non ungere il disco del freno / pinza. Dal colore e dalla quantità dell'olio esausto, si suppone la cura ricevuta in precedenza nel caso l'abbiate comperata di seconda mano.

 

Una revisione di queste "trascurata”  farla magari in inverno..., si ha più tempo a disposizione, non è semplice lo smontaggio, e ricordarsi che se la si vuol fare da soli, bisogna procurarsi esplosi e manuali … e con la "tensione" di un artificiere, collocare  ogni singola parte in sequenza.

Una forcella di qualsiasi modello sia, non è un tubo, un paraolio, e una molla. E' un susseguirsi di anelli, boccole, tamponi in gomma … questi ultimi spesso sbriciolati dal tempo.

 

Rasamenti e rondelle di spessore diverso che se rimescolati, bisogna andare in "MARZOCCHI", a riassemblare il tutto. Iniziamo/te, con una ordinaria pulita, due paraoli e un cambio olio.

Un particolare presente nella forcella della G/S è un anello di materiale plastico a sostegno del soffietto che normalmente si sbriciola per “età”

Fortunatamente da uno “sano” , Enrico ne ha ricavato uno tornendo un profilato in teflon ,ottenendo così, una copia perfetta.

 

Un’altra attenzione deve essere considerata nelle piccole viti “tappo” . Ripassarle sempre per togliere residui di bloccanti o ancor peggio paste siliconiche . Meglio viti nuove se si può… Se non si dispone di queste, aiutarsi con un apposito “sigillante” per raccordi idraulici debole . Stringer con moderazione e …accontentarsi