Traduci nel sito
Italian Chinese (Traditional) English French German Japanese

UN PO' DI GIOIA ANCHE PER ME

PDFStampaE-mail

Ci sono uomini e macchine che, si usa dire in gergo, nascono bene o nascono male. credo di essere davanti all’oggetto “nato male”. difficile in poche righe descrivere la sequenza infinita di macro/micro sfighe; ma andiamo per ordine di grandezza, limitando al minimo i commenti.

 

la cosa drammatica e’, che ho rincorso questa moto come un oracolo, e non avrei mai pensato ad una catena di s. antonio cosi’!!! e’ corredata da un certificato della bmw “esperienze” che ne attesta l’unicita’. inoltre e’ stata assemblata con gli stessi accessori e modifiche che per anni avevo realizzato per il mio 100 rubato. ecco spiegato questo amore a prima vista.

 

partirei dallo slittamento frizione, un problema non raro in famiglia, ma risolvibile con un banale paraolio. questo e’ stato il mio primo pensiero. di banale c’era ben poco, i paraolii sostituiti 3; e parallelamente gli smontaggi/rimontaggi!!! i costi alle stelle!!! il famoso paraolio “cartier” qualcuno l’ha definito!!! sono da psicanalisi!!!mi avvalgo della super visione di “lele” .

 

l’unico vero meccanico in mezzo a noi; lo fa di professione, ha il dono della bonta’ e capisce al volo il problema. “rettifica il coperchio della pompa dell’olio” mi dice . e fu cosi’. adesso e’ giessista convinto pure lui!!! ne ha “fatta” una in bianco/arancio da concorso.

 

Capitolo successivo: “il voltmetro e l’amperometro oscillano molto, come mai???” il cruscotto sembra l’albero di natale…, e le luci fanno i cazzi loro. un mese di passione. ne parlero’ dettagliatamente in “altra sede”. ancora olio dove non deve essere…freno posteriore !!! iniziano ad arrivare i primi richiami dal vaticano per le oscenita ‘che si diffondono in garage . nel frattempo, salta l’unica cosa elettronica che c’e’ : il pick up. e questo e’ stato un mio errore nel collegare un amperometro volante… finisco i crediti!!! devo ripartire da chierichetto!!! scomunicato!!!… (anche dai vicini di casa); inizio a vergognarmi… ma l’avventura continua : parto per il primo vero viaggio.

 

Il raduno degli elefanti… finisco la batteria a 5 km da casa , ma continuo “all’orba” con il faro di enrico … (il famoso k 100 bob ) al ritorno, attraversato il brennero, si ferma il giochino e sono costretto ad uscire dall autostrada alla ricerca di un garage. scatta lo sputtanamento, e vengo piazzato sul posteriore di un d r guidato da fabione fino a casa. mi sentivo un fenomeno da baraccone, ricordo una coppia che ci affianca sull’autostrada per scattare foto ridendo a squarciagola… la settimana successiva giunto a casa con recupero di fabione e il suo furgone, smonto e controllo tutto. niente non va. sostituisco tutto…niente ancora. coricato a terra con torcia in mano nell’intento di vedere qualcosa scorgo per caso delle impurita’ depositate nel fondo dei filtri benzina. minimizzo, i filtri li avevo montati prima di partire e, mi ripeto che in solo 1000 km non possono essersi intasati… lo erano!!! “toglietemi lo spillone dalla schiena “ e’ stato il mio commento. tutto il lavoro svolto , inutile… dopo una manciata di ansiolitici, provvedo ad una pulizia e successiva “caramellata”all’interno del serbatoio. un anno di tregua in verita’ c’e’ stato ; nel frattempo monto il bulbo dell’olio e qualche presa supplementare per eventuali accessori invernali, rifiniture varie ecc ecc. poi e’ l’avvento del sidecar e un altro religioso cammino ci porta irrimediabilmente in zona “elefanti” enrico si dissocia e segue in auto, fabione c’e’!!! all’andata, una fioca spia rossa mi appare… e’ lei… la spia dell’alternatore… senza di lui anche la mia riserva di corrente che tanto mi faceva vantare, non serve a nulla!!! sosta forzata in austria. emetto suoni gutturali,non ho parole ; mi impegno per telefonare al guru’ della elettronica don aldo . mi risponde gentilmente ,e dall’alto della sua esperienza mi rincuora dandomi indicazioni precise sul da farsi. pero’ si chiede anche lui il” perche’ “ considerato il fatto che tutto e’ nuovo (parlo di imp.. elettrico).

 

Muovo qualcosa e come per incanto riparte il “sistema”. proseguiamo, e giunti alla meta tutti su’per la buca del raduno. finalmente il sogno si e’ avverato .raduno degli elefanti con sidecar “di proprieta’ “ al rientro stesso punto dell’anno scorso dopo il brennero quindi, si riaccende la spia luminosa… (mi sento mingardi). ho una severa caduta di tono ,mi offendo da solo e chiunque si avvicini in quel momento. liquido anche fabione che resta senza parole e decido di uscire alla volta dell’albergo che gia conoscevo con seria intenzione di pernottare .la signora mi fa una gran festa e sghignazza quando sa perche’ sono li… mi fa accomodare in garage, e se non fossi stato in grado di riparare il veicolo di li a poco , mi faceva preparare una stanza. calmarmi e’ stato veramente complicato; inizio a spogliare di tutte le coperte e pelli varie fino a denudare il motore. la temperatura e’ gradevole e questo aiuta . maledetta piastra diodi di merda!!! la sostituisco con la vecchia che avevo con me e si riaccende la speranza!!! in un ora concludo rivestendo il tutto. consumo con voracita’ una porzione di wurstel e patatine e riprendo a manetta il viaggio di ritorno!!! ancora oggi mi dispiace per Fabione…